L’automotive mostra il suo nuovo volto a Francoforte – Salone di Francoforte 2017

L’automotive mostra il suo nuovo volto a Francoforte – Salone di Francoforte 2017http://www.autopinmoto.it/home/wp-content/uploads/2017/09/saloneauofrancoforte2017-7.jpghttp://www.autopinmoto.it/home/wp-content/uploads/2017/09/saloneauofrancoforte2017-7.jpg

Connettività, elettrificazione e guida autonoma, sono i tre temi principali dello IAA 2017 a cui non partecipano diversi costruttori tradizionali, sostituiti da Facebook, Google e IBM.

Il salone dell’auto di Francoforte (1.100 espositori di 39 Paesi che occupano gli oltre 230.000 metri quadrati della piccola città fieristica) che si mostrerà al mondo si trasforma in quella che ormai è più logicamente aderente ai tempi e alle esigenze dell’utente/cliente, cioè la vetrina di macchine connesse, elettriche e ibride, avviate a raggiungere l’obiettivo della guida autonoma. E dove diventa sempre più evidente il peso e l’importanza crescente di tutta la tecnologia di ultima generazione trasportato sulle vetture dai colossi dell’informatica, che dopo aver creato un loro importante contenitore come il CES di Las Vegas, ora iniziano a riversarsi direttamente nei salone dell’auto con la loro imponente forza d’urto. Così, all’assenza annunciata da tempo di marchi come Alfa Romeo, Fiat, Lancia, Jeep, Peugeot, DS, Nissan, Infiniti, Mitsubishi, Tesla e Volvo; fa da contraltare la presenza di Google, Facebook, Qualcomm, IBM, Sony, Siemens, Bosch, Tom Tom e Harman.

Così, tra tecnologia, guida autonoma e auto elettriche, le anteprime a Francoforte saranno oltre 300. E nonostante l’assenza di buona parte del Gruppo Fiat, l’onore tricolore sarà tenuto alto dalla splendida Ferrari Portofino, la Gran Turismo V8 erede della California, dalle Model Year 2018 di Maserati con Quattroporte e Levante. Mentre Lamborghini darà spettacolo con la nuova Aventador S Roadster.

Il senso della rivoluzione “sostenibile” la da comunque un modello su tutti, il concept BMW X7 i-performance, il grande SUV tedesco anche in versione ibrida, capace con due litri di benzina di percorrere 100 km. Ed è proprio quello dei SUV – immancabilmente – il settore che propone le novità più coinsistente e importanti a cominciare dalla Volkswagen T-Roc, il primo esprimento di crossover compatto di Wolfsburg. Sempre in casa VW, con la sesta generazione della Polo, ecco col B-Suv Seat Arona, e la nuova Porsche Cayenne. Tornando a BMW non manca il nuovo X£ accompagnato dalla serie 6 GT e dalla nuova elettrica i3s. Che sul versante MINI si traduce nell’Electric Concept (sarà di serie nel 2019).

La concorrenza tedesca di Audi porta il livello 3 di guida autonoma con la nuova A8, capace di controllare la macchina a 60km/h in caso di code o rallentamenti in autostrada. Forte anche la presenza che Mercedes che oltre al debutto dell’EQA, il primo modello che declina la gamma della Stella, con il nuovo brand elettrico è pronta a stupire con la Merceds-AMG Project ONE, studio che nasce dalla tecnologia di F.1, una due posti ibrida dicono da urlo.

La fioritura di nuovi SUV si completa con la Opel Grandland X (progetto comune con PSA su piattaforma EMP2, la stessa del Peugeot 3008), il restyling del Ford EcoSport, le gemelle coreane Hyundai Kona e Kia Stonic, la Citroen C3 Aircross, la Jaguar E-Pace, la nuova generazione di Dacia Duster, la prefigurazione del nuova Honda CR-V, anche ibrido, la nuova generazione del Toyota Land Cruiser e la rinnovata Lexus NX. Chiusura dedicata a Renault che oltre alla Megane RS di nuova generazione presenta il concept Symbioz, simbolo della concezione dei francesi della nuova mobilità sostenibile e, guarda un po’, futuro modello 100% elettrico, più grande della Zoe.

Categories:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: